Torta alle carote, mandorle e cannella

Qualche tempo fa sono stato da California Bakery a Milano. Ne parlo qui. Tra le altre cose ho assaggiato una buona carrot cake ma che, a parer mio, era un po’ asciutta. Ho deciso, quindi, per #laricettadelvenerdi di questa settimana, di farti assaggiare la mia carrot cake ovvero la mia torta di carote, mandorle e cannella.

La particolarità di questa torta, a parer mio, è la sua consistenza. Le carote e le mandorle danno una certa corposità alla torta anche se, grazie alla pochissima farina presente, risulta molto morbida. Il gusto non è certo da meno. Carote e mandorle si abbinano perfettamente e, insieme, si sposano alla cannella, che ti avvolge con i suoi sentori caldi di luoghi incantati. La crema al philadelphia e cannella messa sopra, poi, lega il tutto regalando dolci sapori alla tua bocca.

Non servono né ingredienti né strumenti particolari. È tutto molto facile e veloce. Si aggiungono man mano gli ingredienti e siamo pronti per infornare :)

Torta alle carote, mandorle e cannella

OCCASIONI D’USO:

La torta carote, mandorle e cannella, sebbene ricordi molto la casa e la famiglia, si adatta a contesti più particolari perché non rappresenta il solito dolce. È ideale come dessert a fine pasto, a pranzo o a cena, o per una golosissima merenda.

INGREDIENTI:

Base

300 gr mandorle; 300 gr zucchero; 300 gr carote pulite; 1 pizzico sale; 80 gr farina 00; 4 uova; q. b. cannella; 1/2 bustina lievito per dolci.

Frosting

60 gr burro; 120 gr philadelphia; 1 bustina vanillina; 95 gr zucchero a velo; q. b. cannella.

PREPARAZIONE:

In un mixer frulla le mandorle insieme allo zucchero e a parte, trita le carote.

In una ciotola, aggiungi alle carote le uova, una alla volta, e il composto di mandorle e zucchero. Gira bene e incorpora il pizzico di sale, la farina e la cannella, secondo il tuo gusto (assaggia l’impasto, la cannella si deve sentire). Fai amalgamare bene il tutto e, infine, aggiungi il lievito. Gira bene ancora.

Versa in una teglia di 26 cm di diametro e metti in forno, preriscaldato, a 160°C per i primi 10 minuti per poi alzare a 180°C per altri 30 minuti.

Una volta che la torta sarà fredda, potrai glassarla. In una planetaria, taglia il burro a pezzetti e, con la frusta a foglia, rendilo crema alla massima velocità. A velocità minima aggiungi il philadelphia, ben freddo, a tocchetti. A velocità lenta, unisci lo zucchero a velo e la vanillina ben setacciati. Infine, aggiungi la cannella secondo il tuo gusto.

Fai cadere il frosting sulla torta e spalmalo velocemente. Se dovesse risultare troppo morbido, mettilo un po’ in frigo.

SUGGERIMENTI:

Per un sapore più fresco, frulla la scorza di 1/2 limone insieme alle mandorle e alle carote.

Per spalmare il frosting io metto un anello regolabile per torte attorno alla torta. In questo modo il frosting non rischierà di scivolare ai lati.

_____

Dal sapore unico, ti manderà, letteralmente, nel paese delle meraviglie da cui non vorrai più tornare. Buon ascolto con [Fell down a hole – Wolfmother] :)

*Grazie a Giuliana Franchi per la selezione musicale.

Sai che mi fa piacere sapere cosa pensi, per cui aspetto i tuoi commenti. Intanto, se ti è piaciuto, condividi il post con i tuoi amici ;)

Buon Boccone e alla prossima ricetta!

The following two tabs change content below.
Marketer, Writer, Food Stylist & Photographer. Mangio esperienze, racconto emozioni. Un vero #designlover che non sa dire di no alla buona tavola!

Ultimi post di Vincenzo Fortuna (vedi tutti)

About the author: Vincenzo Fortuna

Marketer, Writer, Food Stylist & Photographer. Mangio esperienze, racconto emozioni. Un vero #designlover che non sa dire di no alla buona tavola!

9 comments to “Torta alle carote, mandorle e cannella”

You can leave a reply or Trackback this post.

  1. Gió a testa in giú - 31 gennaio 2014 at 05:58 Reply

    Missione torta di compleanno riuscita (fatta come regalo dal mio lui – prima volta che rompeva un uovo!)! Variante: strato di cioccolata fondente sotto il frosting. ;)
    Thanks Doc!

  2. La cucina delle streghe - 4 dicembre 2013 at 22:53 Reply

    Complimenti per la presentazione. Ho mangiato una torta simile in Trentino, buonissima! Grazie per aver partecipato al nostro contest!

    Fabio de La cucina delle streghe

  3. panelibrienuvole - 25 ottobre 2013 at 13:45 Reply

    Uhm, che buona! Anche io ne faccio una con ricetta molto simile, ma il frosting mi manca…e gli dà decisamente qualcosa in più. Da una semplice torta da merenda diventa un raffinato dessert…soprattutto con questa presentazione! Bello! :-)

  4. Caterina Coppi - 25 ottobre 2013 at 12:05 Reply

    Ciao, io proporrei di sostituire il philadelphia con della ricotta che ne pensi?

    • Vincenzo Fortuna - 25 ottobre 2013 at 13:23 Reply

      Ciao Caterina, personalmente a questa torta non cambierei nulla, mi piace da matti così :P ma se preferisci sostituire il philadelphia con la ricotta prova pure e poi fammi sapere ;)

Dimmi la tua ;)