Millefoglie reale

Metti una sera a cena un po’ di amici che si sfidano in cucina e un tema da declinare dall’antipasto al dolce; alla fine c’è pure chi vince. C’è chi si diverte così, ed io faccio parte di questa squadra :) Il tema di questa bellissima serata era: “Un piatto della tradizione italiana”. Dai tipici vòta vòta, alla zuppa di legumi e verdure. Dal pasticcio di tortellini, al polpettone, per finire con la mia reinterpretazione della classica millefoglie. Mi hanno detto che gli è piaciuta (e ho pure vinto :D) per cui ti lascio la ricetta.INGREDIENTI: (10 millefoglie monoporzione)

Crema diplomatica al pistacchio

200 g latte intero fresco; 50 g panna fresca; 75 g tuorlo d’uovo; 75 g zucchero semolato; 8,75 g amido di mais; 8,75 g amido di riso; 1/4 bacca vaniglia bourbon (o 1/2 fialetta di aroma alla vaniglia), 3 cucchiai circa di pasta di pistacchio; 175 g panna da montare non zuccherata.

Sfoglia

1500 g burro; 440 g farina 00; Per il pastello: 1060 g farina 00; 30 g sale; 660 g acqua (oppure compri la pasta sfoglia già pronta :P). Le dosi sono abbondanti ma puoi sempre congelarla, pronta per ogni evenienza ;). Per la finitura della sfoglia: zucchero a velo e burro di cacao in polvere q.b.

Decorazione

50 g zucchero per il caramello; pistacchi, amaretti e zucchero a velo q.b.

PREPARAZIONE:

Cominciamo dalla crema diplomatica, che consiste nell’aggiungere la panna montata alla crema pasticcera. In un robot (o con uno sbattitore) monta i tuorli con lo zucchero e la vaniglia. Aggiungi gli amidi e continua a sbattere fino a completa montatura. Nel frattempo fai scaldare latte e panna. Quando il latte e la panna cominciano a bollire versagli la montata di tuorli e zucchero (che resterà in superficie grazie al fatto che è stata montata). Noterai che pian piano latte e panna tenderanno a coprire la montata. Quando si saranno creati degli sbuffi anche al centro, con una frusta dai una girata veloce fino a totale addensamento della crema (5-10 secondi). Versa in una pirofila rettangolare e copri con della pellicola (la pellicola deve aderire alla crema). Metti in frigo (o in freezer se hai fretta) a raffreddare. Una volta fredda, aggiungi la pasta di pistacchio e la panna precedentemente montata, mescolando dal basso verso l’alto per non smontarla.

Per il procedimento della pasta sfoglia ti rimando a questo video di Luca Montersino: 

Una volta pronta la pasta, stendila dello spessore di 3 mm. Bucherella tutta la superficie e ritaglia 30 piccoli dischi con un coppa pasta tondo del diametro di 7 cm. Metti in forno, su una teglia ricoperta con carta forno, a 160° fino a doratura (circa 1 h). Tira fuori i dischi e cospargili con lo zucchero a velo. Rimetti in forno per 2 min a 200° (serve a caramellare la sfoglia). Tira fuori dal forno e spargi sopra il burro di cacao. Rimetti in forno per altri 2 min (serve ad impermeabilizzare la sfoglia, in modo che non diventi molle in frigo a contatto con la crema). Va bene anche su un lato solo.

Finalmente possiamo completare il dolce. Prendi un cerchio di sfoglia, con un sac a poche metti la crema, un po’ di briciole di amaretto e pezzi di pistacchio, un altro cerchio, ancora crema, amaretti e pistacchi. Termina con un altro cerchio. Spolvera con dello zucchero velo e metti una punta di crema al centro su cui appoggerai una gemma di caramello. Per la gemma di caramello: fai sciogliere lo zucchero in un pentolino, versalo su una teglia messa precedentemente in frigo e una volta solidificato ricava dei pezzetti.

Buon Boccone!


The following two tabs change content below.
Marketer, Writer, Food Stylist & Photographer. Mangio esperienze, racconto emozioni. Un vero #designlover che non sa dire di no alla buona tavola!

Ultimi post di Vincenzo Fortuna (vedi tutti)

About the author: Vincenzo Fortuna

Marketer, Writer, Food Stylist & Photographer. Mangio esperienze, racconto emozioni. Un vero #designlover che non sa dire di no alla buona tavola!

Dimmi la tua ;)